Charles Bernstein
Eco/Echo
A cura di Carla Buranello


Traduzioni di Luigi Ballerini, Gherardo Bortolotti, Carla Buranello, Marco Giovenale, Milli Graffi

Eco/Echo raccoglie le poesie scelte dall’autore a partire da "Senses of Responsibility" del 1979 fino agli ultimi testi usciti quest’anno negli Stati Uniti in "Topsy-Turvy".
Ma non è un’antologia con testo a fronte. È un libro bifronte: da una parte i testi in inglese, dall’altra, capovolto il volume, le traduzioni curate dai poeti italiani che hanno collaborato con Bernstein nel segno di una poesia sperimentale e d’invenzione. Il volume accoglie inoltre un saggio di Bernstein sui rapporti tra poesia americana contemporanea e poesia italiana.
Per Bernstein la eco/echo-poetica è pensare alla scrittura ­come forma di ascolto verso una “risonanza non lineare di un motivo che rimbalza su un altro. Ancora di più, è la sensazione di allusione in assenza di allusione. In altre parole, l’eco che sto cercando – è lo stesso Bernstein a dircelo – è uno spazio vuoto: l’ombra di una fonte assente”.
Charles Bernstein
Eco/Echo
A cura di Carla Buranello
Traduzioni di Luigi Ballerini, Gherardo Bortolotti, Carla Buranello, Marco Giovenale, Milli Graffi

Eco/Echo raccoglie le poesie scelte dall’autore a partire da "Senses of Responsibility" del 1979 fino agli ultimi testi usciti quest’anno negli Stati Uniti in "Topsy-Turvy".
Ma non è un’antologia con testo a fronte. È un libro bifronte: da una parte i testi in inglese, dall’altra, capovolto il volume, le traduzioni curate dai poeti italiani che hanno collaborato con Bernstein nel segno di una poesia sperimentale e d’invenzione. Il volume accoglie inoltre un saggio di Bernstein sui rapporti tra poesia americana contemporanea e poesia italiana.
Per Bernstein la eco/echo-poetica è pensare alla scrittura ­come forma di ascolto verso una “risonanza non lineare di un motivo che rimbalza su un altro. Ancora di più, è la sensazione di allusione in assenza di allusione. In altre parole, l’eco che sto cercando – è lo stesso Bernstein a dircelo – è uno spazio vuoto: l’ombra di una fonte assente”.
Angelo Lumelli
Le poesie
2020, pp. 150

Ecco un’altra delle meravigliose figure capovolte e ricapovolte e riaperte e richiuse e spostate e sigillate e rivelate e nascoste di Angelo Lumelli.
Le poesie, la raccolta di tutte le poesie che ogni poeta che si rispetti finalmente dà alle stampe come canonico atto finale di onorata carriera, Lumelli ce lo concede aggiungendo due importanti variazioni al canone:
— le dispone a ritroso, cominciando dai più recenti libri di poesia per finire in una rovesciata progressione con il primo libro in assoluto;
— sottopone tutte le poesie singolarmente e globalmente a una generosa generante e rigenerante riscrittura
Angelo Lumelli
Le poesie
2020, pp. 150
Ecco un’altra delle meravigliose figure capovolte e ricapovolte e riaperte e richiuse e spostate e sigillate e rivelate e nascoste di Angelo Lumelli.
Le poesie, la raccolta di tutte le poesie che ogni poeta che si rispetti finalmente dà alle stampe come canonico atto finale di onorata carriera, Lumelli ce lo concede aggiungendo due importanti variazioni al canone:
— le dispone a ritroso, cominciando dai più recenti libri di poesia per finire in una rovesciata progressione con il primo libro in assoluto;
— sottopone tutte le poesie singolarmente e globalmente a una generosa generante e rigenerante riscrittura
Milli Graffi
Sotto la traccia, frecce
2021, pp. 76

due o tre cose sulla mia città

       nella mente dello spazio
               ci entro
 a sbattere il carrello con forza a sinistra
                                       a soddisfazione
                                    a spazzare via con un colpo
                    anatra meccanica
    dolce abisso la memoria


Milli Graffi (Milano 1940-2020). Negli anni settanta partecipa ai maggiori festival europei di poesia sonora; tra le composizioni pubblicate: Salnitro, Farfalla ronzar, Tralci. Considera la poesia come un appassionato corpo a corpo col senso che scaturisce dalla manipolazione del linguaggio. Pubblica Mille graffi e venti poesie, introduzione di Guido Guglielmi, geiger 1979; Fragili film, Milano 1987; L'amore meccanico, anterem 1994, embargo voice, Bibliopolis 2006. Come critico militante studi su Balestrini, Spatola, Porta, Niccolai, Sanguineti, Tom Raworth, Beltrametti, Castaldi, Rosmarie Waldrop, Barbara Guest. Di Lewis Carroll traduce Alice nel paese delle meraviglie, Attraverso lo specchio, Garzanti 1989, e La caccia allo Snualo, Studio Tesi, 1985. Ha pubblicato un romanzo breve, Centimetri due, edizioni d'if, 2004. Dal 1996 nel comitato direttivo della rivista "il verri".
Milli Graffi
Sotto la traccia, frecce
2021, pp. 76
due o tre cose sulla mia città

       nella mente dello spazio
               ci entro
 a sbattere il carrello con forza a sinistra
                                       a soddisfazione
                                    a spazzare via con un colpo
                    anatra meccanica
    dolce abisso la memoria


Milli Graffi (Milano 1940-2020). Negli anni settanta partecipa ai maggiori festival europei di poesia sonora; tra le composizioni pubblicate: Salnitro, Farfalla ronzar, Tralci. Considera la poesia come un appassionato corpo a corpo col senso che scaturisce dalla manipolazione del linguaggio. Pubblica Mille graffi e venti poesie, introduzione di Guido Guglielmi, geiger 1979; Fragili film, Milano 1987; L'amore meccanico, anterem 1994, embargo voice, Bibliopolis 2006. Come critico militante studi su Balestrini, Spatola, Porta, Niccolai, Sanguineti, Tom Raworth, Beltrametti, Castaldi, Rosmarie Waldrop, Barbara Guest. Di Lewis Carroll traduce Alice nel paese delle meraviglie, Attraverso lo specchio, Garzanti 1989, e La caccia allo Snualo, Studio Tesi, 1985. Ha pubblicato un romanzo breve, Centimetri due, edizioni d'if, 2004. Dal 1996 nel comitato direttivo della rivista "il verri".
n. 79, giugno 2022
“La cognizione della letteratura”


in copertina

Monica Palma
Signorina Richmond, 2018

Daniele Giglioli
Conoscenza della letteratura?

Kenneth Goldsmith
Bad AI

Christian Bök
Il bardo in pezzi è decostruito:
note per una potenziale robopoetica

Andrea Pitozzi
Una microfisica della parola
Scienza e poesia in Christian Bök

Adam Dickinson
Poetica metabolica: scrivere l'Antropocene

Marcello Frixione
Scrittura e cognizione
Sui rapporti tra letteratura e scienze cognitive
n. 79, giugno 2022
“La cognizione della letteratura”
in copertina

Monica Palma
Signorina Richmond, 2018

Daniele Giglioli
Conoscenza della letteratura?

Kenneth Goldsmith
Bad AI

Christian Bök
Il bardo in pezzi è decostruito:
note per una potenziale robopoetica

Andrea Pitozzi
Una microfisica della parola
Scienza e poesia in Christian Bök

Adam Dickinson
Poetica metabolica: scrivere l'Antropocene

Marcello Frixione
Scrittura e cognizione
Sui rapporti tra letteratura e scienze cognitive

NOTIZIE


Charles Bernstein a Napoli

25 Novembre 2022

Charles Bernstein, Eco/Echo a Casa Morra, venerdì 25 novembre, ore 18.30, Salita San Raffaele 20/, Napoli. Con l'autore intervengono Giovanna Marmo, Tommaso Ottonieri, Giancarlo Alfano, Domenico Mennillo e Barbara Anceschi ...

Charles Bernstein a Roma

21 Novembre 2022

Charles Bernstein, Eco/Echo. Presentazione e reading allo Studio Campo Boario, Roma. Con l’autore intervengono Carla Buranello, Cristina Giorcelli, Marco Giovenale e Barbara Anceschi, lunedì 21 novembre 2022, ore 18.00 allo...

#BCM22 | Charles Bernstein a Milano

20 Novembre 2022

Presentazione di Eco/Echo di Charles Bernstein. Con l’autore intervengono Carla Buranello Marco Giovenale e Barbara Anceschi, domenica 20 novembre 2022, ore 12.00, al Castello Sforzesco, Milano, Sala della Balla

Giacomo Devecchi_Mudima_Milano

21 Ottobre 2022

Alla Fondazione Mudima presentazione di SUB di Giacomo Devecchi. Insieme all’autore intervengono Laura Cingolani. Gabriella Gilli, Giulia Zorzi, Barbara Anceschi

Laura Cingolani_Studio Campo Boario_Roma

10 Giugno 2022

Presentazione “Mangio alberi e altre poesie” di Laura Cingolani. Intervengono Tommaso Ottonieri e Angelo Lumelli allo Studio Campo Boario, in viale del Campo Boario, 4/A, venerdì 10 giugno, ore 18

Laura Cingolani_Officina Coviello_Milano

07 Giugno 2022

All'Officina Coviello, Via Tadino 20, Milano, alle 18.30 presentazione di “Mangio alberi e altre poesie” di Laura Cingolani. Con Laura Cingolani interviene Angela Passarello

Luisi e Doria alla Calusca

28 Maggio 2022

Sabato 28 maggio, ore 19.00, alla Libreria Calusca, C.S.O.A. COX18 Via Conchetta, 18, Milano, “Figure del tempo sospeso” di Pancrazio Luisi e “Millantanni” di Antonella Doria. Con Pancrazio Luisi e Antonella...

Lumelli alla Sormani

23 Maggio 2022

23 maggio, ore 17.30, alla sala del Grechetto, Biblioteca Sormani, presentazione di "Le poesie" di Angelo Lumelli. Insieme all’autore intervengono Luigi Ballerini e Eugenio Gazzola

«
»
LE COLLANE DEL VERRI
Oswald Wiener
il miglioramento della mitteleuropa, romanzo
Traduzione e cura di Nicola Cipani
2021, pp. 440

Un classico della letteratura d’avanguardia in lingua tedesca per la prima volta tradotto e commentato integralmente

«Il romanzo principale dell’avanguardia viennese del dopoguerra»
«il romanzo di formazione della seconda metà del secolo»
«sicuramente fra le due dozzine di libri più importanti in lingua tedesca dal 1945»
Nel testo di Oswald Wiener si avvicendano le scritture più diverse, dal montaggio al frammento filosofico, dal segmento narrativo al saggio, dalla pièce teatrale alla metafinzione scientifica, dalla scrittura automatica alla parodia di diario.
Andrea Pitozzi
conceptual writing
2018, pp. 248

Reframing, Uncreativity, Unoriginality sono alcune delle modalità compositive che caratterizzano la conceptual writing, un movimento di poeti, artisti e scrittori sperimentali attivi in particolare nel mondo anglosassone, e in grado di dialogare con sistemi solo apparentemente lontani da quello più strettamente letterario.
Giovanni Anceschi
Tomás Maldonado intellettuale politecnico
2020, pp. 80

Tomás Maldonado è molto più che solamente un filosofo della tecnica o un critico della tecnologia. Il suo discorso attraversa il dibattito semiotico e la riflessione culturologica a partire dal contenzioso con Umberto Eco. Affronta la questione ambientale e la teoria della rappresentazione, focalizza l’attenzione sul corpo protetico e tecnologico.
Angelo Lumelli
Le poesie
2020, pp. 150

Ecco un’altra delle meravigliose figure capovolte e ricapovolte e riaperte e richiuse e spostate e sigillate e rivelate e nascoste di Angelo Lumelli.
Le poesie, la raccolta di tutte le poesie che ogni poeta che si rispetti finalmente dà alle stampe come canonico atto finale di onorata carriera, Lumelli ce lo concede aggiungendo due importanti variazioni al canone:
— le dispone a ritroso, cominciando dai più recenti libri di poesia per finire in una rovesciata progressione con il primo libro in assoluto;
— sottopone tutte le poesie singolarmente e globalmente a una generosa generante e rigenerante riscrittura
Giacomo Devecchi
SUB


C’è sempre nella fotografia una occulta aspirazione allo storytelling, come se ogni scatto fosse l’interruzione di un narrato. Nel libro di Giacomo Devecchi la fotografia è usata come strumento di indagine su un tema essenziale che ci riguarda tutti da vicino, il tema dello spirito o dell’anima o della psiche, comunque lo si voglia chiamare. È proprio quel SUB sovrapposto alla copertina che allude e ci indica il subconscio. La fotografia è usata come punta di scalpello per stanare tracce minimali, o massimali oppure segni e allusioni dell’inconscio.
LE COLLANE DEL VERRI
Oswald Wiener
il miglioramento della mitteleuropa, romanzo
Traduzione e cura di Nicola Cipani
2021, pp. 440

Un classico della letteratura d’avanguardia in lingua tedesca per la prima volta tradotto e commentato integralmente

«Il romanzo principale dell’avanguardia viennese del dopoguerra»
«il romanzo di formazione della seconda metà del secolo»
«sicuramente fra le due dozzine di libri più importanti in lingua tedesca dal 1945»
Nel testo di Oswald Wiener si avvicendano le scritture più diverse, dal montaggio al frammento filosofico, dal segmento narrativo al saggio, dalla pièce teatrale alla metafinzione scientifica, dalla scrittura automatica alla parodia di diario.
Andrea Pitozzi
conceptual writing
2018, pp. 248

Reframing, Uncreativity, Unoriginality sono alcune delle modalità compositive che caratterizzano la conceptual writing, un movimento di poeti, artisti e scrittori sperimentali attivi in particolare nel mondo anglosassone, e in grado di dialogare con sistemi solo apparentemente lontani da quello più strettamente letterario.
Giovanni Anceschi
Tomás Maldonado intellettuale politecnico
2020, pp. 80

Tomás Maldonado è molto più che solamente un filosofo della tecnica o un critico della tecnologia. Il suo discorso attraversa il dibattito semiotico e la riflessione culturologica a partire dal contenzioso con Umberto Eco. Affronta la questione ambientale e la teoria della rappresentazione, focalizza l’attenzione sul corpo protetico e tecnologico.
Angelo Lumelli
Le poesie
2020, pp. 150

Ecco un’altra delle meravigliose figure capovolte e ricapovolte e riaperte e richiuse e spostate e sigillate e rivelate e nascoste di Angelo Lumelli.
Le poesie, la raccolta di tutte le poesie che ogni poeta che si rispetti finalmente dà alle stampe come canonico atto finale di onorata carriera, Lumelli ce lo concede aggiungendo due importanti variazioni al canone:
— le dispone a ritroso, cominciando dai più recenti libri di poesia per finire in una rovesciata progressione con il primo libro in assoluto;
— sottopone tutte le poesie singolarmente e globalmente a una generosa generante e rigenerante riscrittura
Giacomo Devecchi
SUB


C’è sempre nella fotografia una occulta aspirazione allo storytelling, come se ogni scatto fosse l’interruzione di un narrato. Nel libro di Giacomo Devecchi la fotografia è usata come strumento di indagine su un tema essenziale che ci riguarda tutti da vicino, il tema dello spirito o dell’anima o della psiche, comunque lo si voglia chiamare. È proprio quel SUB sovrapposto alla copertina che allude e ci indica il subconscio. La fotografia è usata come punta di scalpello per stanare tracce minimali, o massimali oppure segni e allusioni dell’inconscio.
 

il verri
Area personale
icon-facebook
Editore
edizioni del verri
il verri
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
P.I. 07859040961
Direzione
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
telefono:
02.315741
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diritti riservati
edizioni del verri
il verri
numero del repertorio ROC 22830

il verri Area personale
icon-facebook
Editore
edizioni del verri
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
telefono: 338.7335351
P.IVA 07859040961
codice destinatario: KRRH6B9
 
Distribuzione Messaggerielibri
 
Direzione
il verri
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
telefono:
02.315741
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diritti riservati
edizioni del verri
il verri
numero repertorio ROC 22830
 
 
web designer
Davide Bianchi