Angela Passarello
Bestie sulla scena
2018, pp. 96


Prezzo di copertina: 12,00 €
Scontato web: 10,20 €
libro illustrato
 
Nota di Giampiero Neri
Introduzione di Milli Graffi
Postfazione di Giovanni Anceschi
 
"Un libro di ritratti per una nuova zoologia, nuova e antica, e insieme una pagina di un nuovo libro di poesia", dalla nota di Giampiero Neri
 
In questi brevi racconti raccolti da Angela Passarello c'è la voglia di rintracciare la possibile ombra di un assurdo legame tra l'essere bestia e l'essere uomo. Le bestie che provengono dalla mitologica infanzia agrigentina sono immerse in una coralità confermata e sicura, mentre quelle odierne condividono con gli umani quella feroce desolazione che è la solitudine urbana. Già la distorsione dei nomi è allarmante: Il gufo meccanico, La mucca Nestlè, Il coniglio ariete, Scimmiette rigattiere, Un piccione clandestino.
Una forza del tutto speciale è posseduta dai nomi siciliani come U' cunppareddu.
Nei disegni che accompagnano le prose non è presente la pur minima scivolata disneiana o di qualunque animalismo caramelloso. Gli animali sono fastidiosi insetti o bestie pericolose come Il mulo malo.
 
 
 
 
zebre copertina DEF SITO
 
 
 
 
Angela Passarello, nata ad Agrigento, vive e lavora a Milano. È stata cofondatrice della rivista "Il Monte Analogo". Ha collaborato con "La Mosca" di Milano. Ha pubblicato la raccolta di racconti Asina Pazza (1997), la raccolta di poesie La carne dell'Angelo (2002), le prose poetiche Ananta delle voci bianche (2008), Piano Argento (2014) e Pani Scrittu (2015). È presente in diverse antologie, tra cui Le Melusine (1998), Poeti per Milano (2002), Milano in versi (2006), L'Amore dalla A alla Z (2014). Dipinge narrazioni su tela.
 
Prezzo di copertina: 12,00 €
Scontato web: 10,20 €
Angela Passarello
Bestie sulla scena  icon-facebook
2018, pp. 96
libro illustrato
 
Nota di Giampiero Neri
Introduzione di Milli Graffi
Postfazione di Giovanni Anceschi
 
"Un libro di ritratti per una nuova zoologia, nuova e antica, e insieme una pagina di un nuovo libro di poesia", dalla nota di Giampiero Neri
 
In questi brevi racconti raccolti da Angela Passarello c'è la voglia di rintracciare la possibile ombra di un assurdo legame tra l'essere bestia e l'essere uomo. Le bestie che provengono dalla mitologica infanzia agrigentina sono immerse in una coralità confermata e sicura, mentre quelle odierne condividono con gli umani quella feroce desolazione che è la solitudine urbana. Già la distorsione dei nomi è allarmante: Il gufo meccanico, La mucca Nestlè, Il coniglio ariete, Scimmiette rigattiere, Un piccione clandestino.
Una forza del tutto speciale è posseduta dai nomi siciliani come U' cunppareddu.
Nei disegni che accompagnano le prose non è presente la pur minima scivolata disneiana o di qualunque animalismo caramelloso. Gli animali sono fastidiosi insetti o bestie pericolose come Il mulo malo.
 
 
 
 
zebre copertina DEF SITO
 
 
 
 
Angela Passarello, nata ad Agrigento, vive e lavora a Milano. È stata cofondatrice della rivista "Il Monte Analogo". Ha collaborato con "La Mosca" di Milano. Ha pubblicato la raccolta di racconti Asina Pazza (1997), la raccolta di poesie La carne dell'Angelo (2002), le prose poetiche Ananta delle voci bianche (2008), Piano Argento (2014) e Pani Scrittu (2015). È presente in diverse antologie, tra cui Le Melusine (1998), Poeti per Milano (2002), Milano in versi (2006), L'Amore dalla A alla Z (2014). Dipinge narrazioni su tela.
 

il verri
Area personale
icon-facebook
Editore
edizioni del verri
il verri
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
P.I. 07859040961
Direzione
via Bramante 20
20154 Milano
telefono e fax
02 33 19 455
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diritti riservati
edizioni del verri
il verri
numero del repertorio ROC 22830

il verri Area personale
icon-facebook
Editore
edizioni del verri
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
telefono: 338.7335351
P.I. 07859040961
 
Distribuzione Messaggerielibri
 
Direzione
il verri
via Bramante 20
20154 Milano
telefono e fax
02 33 19 455
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diritti riservati
edizioni del verri
il verri
numero repertorio ROC 22830