n. 61, giugno 2016
“teoria e poesia”
147 pagine
n. 61, giugno 2016
“teoria e poesia”
147 pagine

in copertina

Giancarlo Iliprandi

Un sedicesimo numero 38

Corraini editore, 2015

 

Paolo Fabbri

«La morte non avrà signoria»: domande per Umberto Eco

 

Paolo Giovannetti

Dopo il ‘testo poetico’. I molti vuoti della teoria

 

Stefano Agosti

Le figure-senza-figura del testo poetico ovverosia la funzione del “manque” nella poesia

 

Niva Lorenzini

Metamorfosi del simbolo nella poesia italiana tra Novecento e Duemila

 

Stefano Versace

La teoria del metro poetico, oggi e domani

 

Francesco Giusti

Come funziona la lirica  secondo Jonathan Culler

 

Andrea Pitozzi

Leggere diversamente. Conversazione con Nick Thurston

 

Jennifer Scappettone

Siren aria

traduzione di Milli Graffi

 

Gian Maria Annovi

da Antiscoperta dei monti

 

Michelangelo Coviello

quel che si dice in giro è la materia prima il resto lo faccio con le mani

 

Andrea Inglese

IN AUTENTICO. Canovaccio per quattro dogmi permutabili

 

Milli Graffi

la poesia è    attraverso

 

Angelo Lumelli

Autointervista

 

Marco Giovenale  

Come si scrivono le cose che scrivono (même) sette segmenti in prosa

da Oggettistica

 

il punto

Alessandro Giammei

Speleologie dell’occhio e dell’orecchio. Mezza maniera sull’ultimo libro di Tommaso Ottonieri

NOTIZIE


Sabet - Società degli Operai - Cagliari

20 Ottobre 2016

Giovedì 20 Ottobre, ore 17.00, presentazione di "Poesie dalla prigione" di Mahvash Sabet

Doria - Studio 71 - Palermo

26 Settembre 2016

Lunedì 26 settembre 2016 presentazione libro d Antonella Doria "Millantanni", interventi di: Gonzalo Alvarez Garcia, Aldo Gerbino, letture di Chiara Giacopelli

Doria - Empiria

18 Aprile 2016

Lunedì 18 aprile, ore 18.00, alla Libreria Empirìa, in via Baccina 79, Roma, ci sarà la presentazione di "Millantanni" di Antonella Doria, edizioni del verri, 2015. Intervengono Marcello Carlino e...

Spatola - la Casa della Poesia

07 Aprile 2016

Giovedì 7 aprile, ore 19.30, casa della poesia, via Formentini 10, Milano. Serata a cura di Tomaso Kemeny. Presentazione del "verri" n. 58, "totale Spatola". Intervengono: Paolo Giovannetti, Maurizio Spatola,...

«
»
LE COLLANE DEL VERRI
Alessandro Giammei
Nell'officina del nonsense di Toti Scialoja
Topi, toponimi, tropi, cronotopi, 2014, pp. 242
Mahvash Sabet
Poesie dalla prigione
2016, pp. 330
Giulia Niccolai
Poema & Oggetto
2015, pp. 64


LE COLLANE DEL VERRI
Alessandro Giammei
Nell'officina del nonsense di Toti Scialoja
Topi, toponimi, tropi, cronotopi, 2014, pp. 242

II viaggio sulle tracce del “senso perso” è pieno di passioni e di sorprese. Quella che può sembrare una peculiare indagine su un fenomeno eccezionale della letteratura diventa in realtà una immersione a tutto campo nella complicata vicenda culturale artistica e letteraria del Novecento di cui Toti Scialoja fu protagonista come pittore, scenografo, saggista e poeta. Notevole l’indagine sulla formazione dei disegni che Scialoja accompagnava ai suoi versi.

Alessandro Giammei (1988) è nato a Roma, dove si è laureato. Perfezionando in letteratura italiana alla Scuola Normale, è stato Visiting Scholar alla New York University. Oltre a vari articoli su poeti del secondo Novecento, ha scritto di Saba e della ricezione visuale di Ariosto nella contemporaneità.

Mahvash Sabet
Poesie dalla prigione
2016, pp. 330

Mahvash Sabet è stata condannata a vent’anni per la sua appartenenza alla religione bahá’í, che da sempre è considerata dal regime iraniano “nemica dell'Islam”. Nei primi, durissimi mesi passati nella cella 209 del carcere di massima sicurezza di Evin, a nord ovest di Teheran, scrive e riesce a far pervenire all’esterno grazie ad alcuni intermediari le poesie contenute in questo libro che pubblichiamo con testo a fronte nella straordinaria grafia dell’originale farsi.

In parte la scrittura di Sabet «segue la scia dei mistici», come ci spiega la traduttrice Faezeh Mardani nel suo saggio critico, «ogni concetto assume connotati simbolici, le esperienze sono volutamente descritte in modo ambiguo e misterioso», talvolta invece «sceglie un linguaggio semplice e lineare, a tratti minimalista» tipico della ‘poesia nuova’ persiana.

Giulia Niccolai
Poema & Oggetto
2015, pp. 64

"Poema & Oggetto" di Giulia Niccolai è la riedizione fedele del libro-oggetto uscito nel 1974.
400 copie numerate. Le prime 30 firmate dall'autore.   
con 14 oggetti incollati o cuciti
45 €, sconto web 38.25 €

webFoto-spillo
 
webFoto-cinquecolori

il verri
Area personale
icon-facebook
Editore
edizioni del verri
il verri
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
P.I. 07859040961
Direzione
via Bramante 20
20154 Milano
telefono e fax
02 33 19 455
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diritti riservati
edizioni del verri
il verri
numero del repertorio ROC 22830

il verri Area personale
icon-facebook
Editore
edizioni del verri
il verri
via Paolo Sarpi 9
20154 Milano
P.I. 07859040961
 
Direzione
via Bramante 20
20154 Milano
telefono e fax
02 33 19 455
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diritti riservati
edizioni del verri
il verri
numero repertorio ROC 22830